domenica 14 agosto 2011

Mosso di sera.


Quelle che chiedono un passaggio ai bordi della strada, sono solo note a margine, chiamate a spiegare, a farci spiegare. Così mi disse mentre tenevamo entrambi un capo della stessa corda. Ci eravamo giurati che quella piccola corda sarebbe stata il nostro legame fisico, fintanto che ne fosse esistito uno e che l'avremmo tagliata non appena fosse stato opportuno, necessario. Lei diceva tante cose, esattamente come facevo io. Il più grande sacrificio reciproco era trovare la pazienza necessaria ad ascoltare l'altro prima di sommergerlo con i propri pensieri. La proibizione più dolorosa a cui amavamo sottoporci era cercare di non consumarci troppo in fretta. Consumarci a vicenda era il mestiere che avevamo sempre sognato e lo facevamo in ogni senso possibile. Tutte queste cose mi vengono in mente, mentre stringo forte il mio pezzo di quella piccola corda.