domenica 6 ottobre 2013

Una carezza è una carezza.


Per te solo metafore nuove. Niente faticosi accostamenti con piante, fiori o bestie. Nessun mediocre quadro con la luna a farti da sfondo. Per te solo pensieri nuovi. Forti. Unici. Vivi. Potenti. Agili. Niente acqua dalla fonte, stelle nel cielo, lava dal vulcano, profondità simili a quelle del mare, nuvole sparute a far da cornice al sole. Per te solo metafore nuove, e solo quando è il caso: poiché una carezza è una carezza e non serve per forza chiamarla con un altro nome.