venerdì 19 settembre 2014

Non serve




Tu sei la donna che a sera scende a valle
e accende la brace su cui posso aprire le mani
e porta l'acqua in cui posso immergere gli occhi
e porge la spalla che toglie la sete alle labbra
e parla la lingua del mare
Tu sei la donna che vive un passo più avanti
quella che odora di futuro
che ha il sapore proibito delle immersioni sotto alle lenzuola
Tu sei le parole di tutta una vita
e i fogli e l'inchiostro