domenica 15 giugno 2014

A giugno inoltrato


a giugno inoltrato è sempre notte
è notte e fa sempre un gran caldo a giugno inoltrato
a giugno inoltrato fa un gran caldo e solo la notte viene a trovarci
dalle finestre spavaldamente aperte arriva a cercar posto sul cuscino bagnato
persino l'odore acre dell'erba secca che il contadino ha bruciato
il pericolo è un mestiere senza paura dove alla terra è affidato il compito del cibo
e del vestiario
e delle monete grame per la bevuta della domenica
è sempre giugno persino ad agosto
e l'erba brucia tutta l'estate
come se nascesse già secca
di nuovo
ogni volta