martedì 11 ottobre 2011

Circumnavicara.

Ed infine ho sognato di te le sole parole che avrei voluto sentirmi dire. Ho attraversato infinite volte l'enormità del letto con le mani. Ho alzato ogni giorno lo sguardo allo specchio e, mentre l'acqua lasciava il volto lanciandosi senza paura nel lavabo, ho pensato a un modo diverso per godermi la tua mancanza. Ed infine sono guarito. E' bastato mentire a me stesso.